Europa League, risultati delle italiane: la Roma pareggia, la Fiorentina vince

Esiti discordanti per Roma e Fiorentina in Europa League, eppure tutte e due le squadre erano sul 3 a 1 a 6 minuti dalla fine, solo che la Fiorentina ha conservato il vantaggio, la Roma no.

A Liberec la formazione viola era passata in vantaggio ed aveva raddoppiato nel primo quarto d’ora grazie a Kalinic abile (nel secondo caso) e fortunato (nel primo) a sfruttare un paio di occasioni concesse dai volonterosi ma poco tecnici avversari; il gol subito ad inizio secondo tempo, comunque, serviva più da stimolo che da spauracchio per una squadra che era partita con due punte come molti critici di Paulo Sousa chiedevano da tempo e che è riuscita nel finale a segnare il terzo gol proprio con Babacar, prima che si infortunasse per lasciare il posto a Bernardeschi, consentendogli di guadagnare un importante vantaggio sulle seconde nel proprio girone e magari ridona un po’ di fiducia anche in campionato dove obiettivamente la squadra è partita male e veleggia ancora nella parte bassa della classifica.

Discorso opposto va fatto per la Roma: colpita a freddo dall’Austria Vienna era riuscita a ribaltare subito il risultato con due gol fotocopia di El Shaarawi, grazie a due lanci smarcanti di Totti, fino a segnare nella ripresa il 3-1 con un’altro inserimento da dietro, stavolta di Florenzi.

Nel finale poi, quando si trattava di gestire la gara, la difesa è andata in bambola, grazie anche a delle scelte sbagliate di Spalletti che invece di sostituire Totti che ormai camminava per il campo, ha inserito due punte (Salah e Dzeko) che non hanno tenuto palla, così offrendo il fianco alle ripartenze avversarie.

Proprio da due contropiedi sono arrivati i due gol alla fine, il secondo addirittura di ginocchio, che lasciano romani e viennesi a pari punti in cima alla classifica, anche se con un morale diverso.

local_offerevent_note ottobre 21, 2016

account_box admin


local_offer

Lascia un commento