Nell’Inter di Pioli che fine faranno Miangue, Gnoukouri e Almeida?

L’arrivo di Pioli sulla panchina nerazzurra potrebbe rivoluzionare la situazione anagrafica della squadra, dove, se si eccettuano Icardi e Joao Mario, gli under 23 tra i titolari sono una rarità.

De Boer aveva impiegato il primavera Senna Miangue in un paio di occasioni, come titolare e nella fase finale del match contro la Juve a San Siro. Ma poi il difensore della nazionale belga non si è più visto. Sarà difficile per Miangue essere impiegato da Pioli, data l’abbondanza di scelta sulle fasce nerazzurre; ma sembra difficile che il belga possa andarsene da Milano a gennaio.

Difficoltà di inserimento anche per il giovane ivoriano Gnoukouri (con 7 presenze di cui 3 da titolare in Europa League), questa estate ad un passo dal trasferimento a Pescara: a centrocampo infatti, Pioli darà la priorità a Joao Mario e Banega (quasi intoccabili).

Sempre tra i “classe 96”, resta il clamoroso caso Almeida: pagato 29 milioni di euro al Santos, l’attaccante brasiliano ha collezionato solo 16 minuti di gioco. Con de Boer non c’è mai stato feeling, ma Pioli ha già offerto dei segni di apertura: “si sta allenando bene, avrà le sue occasioni”. Se non convincerà Pioli, il suo futuro potrebbe essere quello del prestito in provincia, per adattarsi al calcio italiano, o quello dell’Inghilterra, dove qualche big ha già dimostrato interesse.

local_offerevent_note

account_box admin


local_offer

Lascia un commento