I due anticipi di ieri in Premier League hanno dato dei risultati tutt’altro che scontati. Il Leicester che era stato sommerso di gol ad Oporto (5-0) e che aveva battuto il Manchester City per 4-2 la scorsa giornata ritorna sulla terra e perde 1-0 in casa del Bournemouth mostrando una fragilità che per la verità è evidente in Premier dall’inizio della stagione, sarà difficile per Ranieri invertire la rotta a meno di investimenti forti sul mercato di Gennaio. La sorpresa più grande è però giunta da Liverpool, dove l’Everton ha battuto nel finale l’Arsenal di Wenger impedendo così ai londinesi di avvicinare almeno per una notte il Chelsea. I gunners erano

close

I due anticipi di ieri in Premier League hanno dato dei risultati tutt’altro che scontati. Il Leicester che era stato sommerso di gol ad Oporto (5-0) e che aveva battuto il Manchester City per 4-2 la scorsa giornata ritorna sulla terra e perde 1-0 in casa del Bournemouth mostrando una fragilità che per la verità è evidente in Premier dall’inizio della stagione, sarà difficile per Ranieri invertire la rotta a meno di investimenti forti sul mercato di Gennaio. La sorpresa più grande è però giunta da Liverpool, dove l’Everton ha battuto nel finale l’Arsenal di Wenger impedendo così ai londinesi di avvicinare almeno per una notte il Chelsea. I gunners erano

Read more

Posted in Calcio estero

In termini di calcio mercato, ha le idee chiare sin da ora il presidente onorario della Fiorentina. Della Valle punta a blindare i migliori e ad “acquisti zero” a gennaio. Per ora è toccato a Kalinic, otto gol in campionato, di cui gli ultimi due lunedì contro il Sassuolo. Una clausola di 50 milioni lo terrà a Firenze potenzialmente fino a scadenza contratto. Ma non finisce qui. Della Valle sta pensando di fare lo stesso anche con gli altri big, perché “quando diventano così forti, poi mezza Europa te li viene a chiedere”. Per il mercato di gennaio, l’intenzione del presidente sembra quella di fare forse qualche ritocchino, ma di grossi

close

In termini di calcio mercato, ha le idee chiare sin da ora il presidente onorario della Fiorentina. Della Valle punta a blindare i migliori e ad “acquisti zero” a gennaio. Per ora è toccato a Kalinic, otto gol in campionato, di cui gli ultimi due lunedì contro il Sassuolo. Una clausola di 50 milioni lo terrà a Firenze potenzialmente fino a scadenza contratto. Ma non finisce qui. Della Valle sta pensando di fare lo stesso anche con gli altri big, perché “quando diventano così forti, poi mezza Europa te li viene a chiedere”. Per il mercato di gennaio, l’intenzione del presidente sembra quella di fare forse qualche ritocchino, ma di grossi

Read more

Posted in Calciomercato

È la Roma l’anti Juve! Almeno questo è il verdetto uscito dall’Olimpico nel big match che ha visto fronteggiarsi le due dirette inseguitrici dei bianconeri, fino a ieri appaiate e da oggi con i giallorossi a quota 35, a 4 lunghezze dalla capolista. In attesa di andare proprio a Torino sabato prossimo. Sconfitta amara per il Milan, che poteva sperare in un pareggio, anche in considerazione del rigore sbagliato da Niang. La Roma parte fortissimo con Dzeko che al 2′ (tiro respinto da Donnarumma) prende di mira la porta avversaria e si ripete al 35′ (fuori di pochissimo). Il Milan non è da meno: Lapadula manca di pochissimo un passaggio di

close

È la Roma l’anti Juve! Almeno questo è il verdetto uscito dall’Olimpico nel big match che ha visto fronteggiarsi le due dirette inseguitrici dei bianconeri, fino a ieri appaiate e da oggi con i giallorossi a quota 35, a 4 lunghezze dalla capolista. In attesa di andare proprio a Torino sabato prossimo. Sconfitta amara per il Milan, che poteva sperare in un pareggio, anche in considerazione del rigore sbagliato da Niang. La Roma parte fortissimo con Dzeko che al 2′ (tiro respinto da Donnarumma) prende di mira la porta avversaria e si ripete al 35′ (fuori di pochissimo). Il Milan non è da meno: Lapadula manca di pochissimo un passaggio di

Read more

Posted in Serie A

Nel posticipo la Fiorentina batte il Sassuolo con una doppietta di Kalinic e superano in classifica Inter e Torino, in attesa di poter allungare ulteriormente nel recupero di giovedicon il Genoa. Prima Ilicic e poi Pellegrini mettono da subito alla prova rispettivamente Consigli e Tatarusanu, ma la prima rete arriva al 10′: pallonetto di Badelj e girata al volo in area di Kalinic. Il Sassuolo reagisce immediatamente, ma è di nuovo la Fiorentina a segnare: assist di Chiesa e straordinario colpo di tacco ancora di Kalinic (39′). Doppietta personale per il croato che segna i primi due gol al Franchi e si porta a quota 8 nella classifica marcatori. Nella ripresa

close

Nel posticipo la Fiorentina batte il Sassuolo con una doppietta di Kalinic e superano in classifica Inter e Torino, in attesa di poter allungare ulteriormente nel recupero di giovedicon il Genoa. Prima Ilicic e poi Pellegrini mettono da subito alla prova rispettivamente Consigli e Tatarusanu, ma la prima rete arriva al 10′: pallonetto di Badelj e girata al volo in area di Kalinic. Il Sassuolo reagisce immediatamente, ma è di nuovo la Fiorentina a segnare: assist di Chiesa e straordinario colpo di tacco ancora di Kalinic (39′). Doppietta personale per il croato che segna i primi due gol al Franchi e si porta a quota 8 nella classifica marcatori. Nella ripresa

Read more

Posted in Serie A

E’ questo il momento clou per quanto riguarda Bernardeschi, il suo futuro sai decide adesso. Si dice che la decisione dell’entourage viola per il prossimo futuro sia di avere una squadra basata sui giovani ed allora fare di Bernardeschi il simbolo. Questo è un progetto che vede d’accordo anche Paulo Sousa che lo avrebbe avallato ed allora il prossimo mercato estivo potrebbe vedere molte porte sbattute in faccia a chi si affaccerà chiedendo informazioni sul giovane talento di Carrara, che siano squadre italiane od estere. Certo tenere duro non è una novità per la dirigenza Della Valle che ha mostrato più volte in passato di essere in grado di andare fino

close

E’ questo il momento clou per quanto riguarda Bernardeschi, il suo futuro sai decide adesso. Si dice che la decisione dell’entourage viola per il prossimo futuro sia di avere una squadra basata sui giovani ed allora fare di Bernardeschi il simbolo. Questo è un progetto che vede d’accordo anche Paulo Sousa che lo avrebbe avallato ed allora il prossimo mercato estivo potrebbe vedere molte porte sbattute in faccia a chi si affaccerà chiedendo informazioni sul giovane talento di Carrara, che siano squadre italiane od estere. Certo tenere duro non è una novità per la dirigenza Della Valle che ha mostrato più volte in passato di essere in grado di andare fino

Read more

Posted in Calciomercato

Il sorteggio della Champions ha sorriso alla Juventus che dovrà affrontare i lusitani del Porto, compagine ostica certamente, ma non tanto alcune delle altre seconde; è andata peggio al Napoli che si dovrà confrontare con i campioni uscenti del Real Madrid in quello che potrebbe essere definito un esame di maturità. Per il resto clamorosa la ripetizione di Barcellona – Paris Saint Germain che da pronostico prevede l’ennesima uscita di scena dei francesi, mentre il Manchester City affronterà il Monaco, scintillante compagine monegasca che recentemente ha cominciato a segnare gol a valanga col ritrovato Falcao. C’è poi da segnalare Bayern – Arsenal e Benfica – Borussia Dortmund con le tedesche favorite,

close

Il sorteggio della Champions ha sorriso alla Juventus che dovrà affrontare i lusitani del Porto, compagine ostica certamente, ma non tanto alcune delle altre seconde; è andata peggio al Napoli che si dovrà confrontare con i campioni uscenti del Real Madrid in quello che potrebbe essere definito un esame di maturità. Per il resto clamorosa la ripetizione di Barcellona – Paris Saint Germain che da pronostico prevede l’ennesima uscita di scena dei francesi, mentre il Manchester City affronterà il Monaco, scintillante compagine monegasca che recentemente ha cominciato a segnare gol a valanga col ritrovato Falcao. C’è poi da segnalare Bayern – Arsenal e Benfica – Borussia Dortmund con le tedesche favorite,

Read more

Posted in Champions League

La terza vittoria consecutiva tra campionato e Champions conferma che il Napoli è una squadra in piena forma. E lo dimostra il 5-0 rifilato al Cagliari durante il lunch match. Nonostante un turnover non indifferente (fuori Diawara, Albiol e Ghoulam e dentro, rispettivamente, Jorginho, Chiriches e Strinic), la squadra di Sarri è stata aggressiva sin da subito, complice anche un Cagliari timoroso, più volte spronato da Rastelli, ma invano (solo due tiri dei sardi verso la porta degli ospiti). Storari è stato vittima di una lunga serie di tiri al bersaglio per tutta la partita. Il primo gol arriva da Mertens (34′), a giro di destro sul palo lontano. Allo scadere

close

La terza vittoria consecutiva tra campionato e Champions conferma che il Napoli è una squadra in piena forma. E lo dimostra il 5-0 rifilato al Cagliari durante il lunch match. Nonostante un turnover non indifferente (fuori Diawara, Albiol e Ghoulam e dentro, rispettivamente, Jorginho, Chiriches e Strinic), la squadra di Sarri è stata aggressiva sin da subito, complice anche un Cagliari timoroso, più volte spronato da Rastelli, ma invano (solo due tiri dei sardi verso la porta degli ospiti). Storari è stato vittima di una lunga serie di tiri al bersaglio per tutta la partita. Il primo gol arriva da Mertens (34′), a giro di destro sul palo lontano. Allo scadere

Read more

Posted in Serie A

Il Torino ci ha provato. Belotti ha pure aperto le marcature, ma la Juve è riuscita comunque a vincere. Complici, ovviamente, il solito Higuain e Pjanic. I primi venti minuti sono del Toro, o meglio del Gallo. Il numero 9 granata dà il meglio di sé, rende la vita difficile a Rugani e porta la squadra in vantaggio: Baselli scende sulla fascia, si mangia due avversari e crossa; Belotti sovrasta Lichtsteiner e segna di testa (16′). A questo punto tocca al numero 9 bianconero. E al 28′ arriva il pareggio: Cuadrado verticalizza, Mandzukic di prima e il Pipita entra in area e freddamente mette alle spalle di Hart. Il match continua

close

Il Torino ci ha provato. Belotti ha pure aperto le marcature, ma la Juve è riuscita comunque a vincere. Complici, ovviamente, il solito Higuain e Pjanic. I primi venti minuti sono del Toro, o meglio del Gallo. Il numero 9 granata dà il meglio di sé, rende la vita difficile a Rugani e porta la squadra in vantaggio: Baselli scende sulla fascia, si mangia due avversari e crossa; Belotti sovrasta Lichtsteiner e segna di testa (16′). A questo punto tocca al numero 9 bianconero. E al 28′ arriva il pareggio: Cuadrado verticalizza, Mandzukic di prima e il Pipita entra in area e freddamente mette alle spalle di Hart. Il match continua

Read more

Posted in Serie A

Vittoria col punteggio classico quella dell’Inter sul Genoa, esaminando la partita però non si possono ignorare le incongruenze evidenziate da questo incontro: il Genoa ha costruito 3 palle gol nette prima del vantaggio nerazzurro arrivato con un tiro da fuori area di Brozovic che ha sorpreso Perin. La manovra nerazzurra è sempre stata farragginosa, mentre i liguri andavano via di gran carriera in azioni ben orchestrate sfruttando le fasce e mettendo sovente in affanno la retroguardia avversaria. La cosa curiosa è che il copione si è ripetuto tale e quale nella ripresa col Genoa a cercare fortuna in azioni di contrattacco ficcanti e pericolose, ma mai riuscendo a segnare complice anche

close

Vittoria col punteggio classico quella dell’Inter sul Genoa, esaminando la partita però non si possono ignorare le incongruenze evidenziate da questo incontro: il Genoa ha costruito 3 palle gol nette prima del vantaggio nerazzurro arrivato con un tiro da fuori area di Brozovic che ha sorpreso Perin. La manovra nerazzurra è sempre stata farragginosa, mentre i liguri andavano via di gran carriera in azioni ben orchestrate sfruttando le fasce e mettendo sovente in affanno la retroguardia avversaria. La cosa curiosa è che il copione si è ripetuto tale e quale nella ripresa col Genoa a cercare fortuna in azioni di contrattacco ficcanti e pericolose, ma mai riuscendo a segnare complice anche

Read more

Posted in Serie A

Nella boxe si dice “Fuori i Secondi” e la gara Roma Milan pare voler parafrasare quel detto: si tratta infatti di una partita da dentro o fuori, chi la perde (visto anche il calendario) rischia di finire a 6 o 7 punti dalla Juventus ed aggravare ogni possibilità di restare attaccati al carro bianconero, con l’aggravante delle azzurre che incalzano da dietro (Lazio e Napoli). Il Milan deve rinunciare a Bonaventura e pensa di impiegare Honda al suo posto e magari anche Bertolacci, uno dei pochi non valorizzati dall’avvento di Montella sulla panchina rossonera. La Roma dal canto suo ha ritrovato Strootman, graziato dopo la squalifica che gli era stata inflitta

close

Nella boxe si dice “Fuori i Secondi” e la gara Roma Milan pare voler parafrasare quel detto: si tratta infatti di una partita da dentro o fuori, chi la perde (visto anche il calendario) rischia di finire a 6 o 7 punti dalla Juventus ed aggravare ogni possibilità di restare attaccati al carro bianconero, con l’aggravante delle azzurre che incalzano da dietro (Lazio e Napoli). Il Milan deve rinunciare a Bonaventura e pensa di impiegare Honda al suo posto e magari anche Bertolacci, uno dei pochi non valorizzati dall’avvento di Montella sulla panchina rossonera. La Roma dal canto suo ha ritrovato Strootman, graziato dopo la squalifica che gli era stata inflitta

Read more

Posted in Serie A