Empoli Milan è il posticipo serale che vede di fronte due squadre reduci da opposte prestazioni: il Milan di Montella, che ha iniziato la carriera da giocatore proprio nell’Empoli, dopo il pari subito all’ultimo secondo nel derby contro l’Inter in un periodo che comunque ha portato i rossoneri al secondo posto, mentre per l’Empoli dopo la scorpacciata di Pescara è arrivata una roboante sconfitta interna con lo stesso risultato (4-0) nel derby contro la Fiorentina. Eppure Martusciello pare voglia riconfermare l’undici della scorsa giornata. Non si può definire il Milan una sorpresa ha dichiarato l’allenatore dei toscani, che contro le grandi in casa ha messo in mostra risultati alterni, dalle sconfitte

close

Empoli Milan è il posticipo serale che vede di fronte due squadre reduci da opposte prestazioni: il Milan di Montella, che ha iniziato la carriera da giocatore proprio nell’Empoli, dopo il pari subito all’ultimo secondo nel derby contro l’Inter in un periodo che comunque ha portato i rossoneri al secondo posto, mentre per l’Empoli dopo la scorpacciata di Pescara è arrivata una roboante sconfitta interna con lo stesso risultato (4-0) nel derby contro la Fiorentina. Eppure Martusciello pare voglia riconfermare l’undici della scorsa giornata. Non si può definire il Milan una sorpresa ha dichiarato l’allenatore dei toscani, che contro le grandi in casa ha messo in mostra risultati alterni, dalle sconfitte

Read more

Posted in Serie A

Partita sulla carta non impossibile per i granata quella contro  il Chievo, ma sarà bene facciano attenzione perché i clivensi hanno molta voglia di sgambetto e tra le loro fila c’è quel Meggiorini che vuole ribadire la legge dell’ex. Il Chievo recupera Dainelli che potrebbe certo servire molto con la sua esperienza in difesa. Da parte del Torino invece c’è il dubbio Belotti, appiedato dall’influenza, che potrebbe anche essere in campo ma debilitato; meglio allora approfittare dell’ampia rosa da parte di Mihajlovic con Ljajic, Boyè, Maxi Lopez e Martinez a disposizione per mettere in campo, anche nel corso della partita, un terminale offensivo in grado di contrastare i veronesi. E’ anche

close

Partita sulla carta non impossibile per i granata quella contro  il Chievo, ma sarà bene facciano attenzione perché i clivensi hanno molta voglia di sgambetto e tra le loro fila c’è quel Meggiorini che vuole ribadire la legge dell’ex. Il Chievo recupera Dainelli che potrebbe certo servire molto con la sua esperienza in difesa. Da parte del Torino invece c’è il dubbio Belotti, appiedato dall’influenza, che potrebbe anche essere in campo ma debilitato; meglio allora approfittare dell’ampia rosa da parte di Mihajlovic con Ljajic, Boyè, Maxi Lopez e Martinez a disposizione per mettere in campo, anche nel corso della partita, un terminale offensivo in grado di contrastare i veronesi. E’ anche

Read more

Posted in Serie A

Dodicesima giornata del campionato tedesco. Due partite fondamentali per il secondo posto. Eintracht Francoforte-Borussia Dortmund Entrambe le squadre, a 21 punti assieme a Colonia, Hoffenheim e Herta Berlino, mirano a raggiungere il secondo posto, attualmente occupato dal Bayern Monaco, con 24 punti. I gialloneri di Tuchel sono reduci da un record: quello del numero di reti segnato in una partita di Champions (contro il Legia Varsavia è finita 8-4 per i tedeschi). Le probabili formazioni Francoforte (3-4-2-1): Hradecky, Abraham, Masebe, Vallejo, Chandler, Huszti, Mascarell, Oczipka, Fabian, Gacinovic, Hrogta. All.: Kovac Dortmund (4-1-4-1): Weidenfeller, Passlack, Bartra, Ginter, Rode, Sahin, Dembelè, Castro, Kagawa, Pulisic, Reus. All.: Tuchel Bayern Monaco – Bayer Leverkusen Ribery e compagni

close

Dodicesima giornata del campionato tedesco. Due partite fondamentali per il secondo posto. Eintracht Francoforte-Borussia Dortmund Entrambe le squadre, a 21 punti assieme a Colonia, Hoffenheim e Herta Berlino, mirano a raggiungere il secondo posto, attualmente occupato dal Bayern Monaco, con 24 punti. I gialloneri di Tuchel sono reduci da un record: quello del numero di reti segnato in una partita di Champions (contro il Legia Varsavia è finita 8-4 per i tedeschi). Le probabili formazioni Francoforte (3-4-2-1): Hradecky, Abraham, Masebe, Vallejo, Chandler, Huszti, Mascarell, Oczipka, Fabian, Gacinovic, Hrogta. All.: Kovac Dortmund (4-1-4-1): Weidenfeller, Passlack, Bartra, Ginter, Rode, Sahin, Dembelè, Castro, Kagawa, Pulisic, Reus. All.: Tuchel Bayern Monaco – Bayer Leverkusen Ribery e compagni

Read more

Posted in Calcio estero

Palermo-Lazio. Si inizia alle 12:30 e Inzaghi, che punta soprattutto su Lucas Biglia, sta preparando appositamente i suoi con allenamenti più duri proprio all’ora di pranzo, per abituare la squadra fisicamente e psicologicamente. Il Palermo, penultimo, è a 4 punti dalla zona salvezza. Genoa-Juventus. La Juve a Marassi contro il Genoa, vuole mantenere il distacco di 7 punti da Milan e Roma. Molto probabile l’assenza del Pipita, certe invece le presenze di Dybala e Benatia. Nel Genoa invece, Simeone, figlio del Cholo, sostituirà Pavoletti. Bologna- Atalanta. Il trio d’attacco rossoblu sarà confermato: Rizzo, Destro, Krejci; nell’Atalanta, Kurtic giocherà dietro la coppia offensiva Petagna e Gomez. Crotone-Sampdoria. I calabresi, fanalino di coda

close

Palermo-Lazio. Si inizia alle 12:30 e Inzaghi, che punta soprattutto su Lucas Biglia, sta preparando appositamente i suoi con allenamenti più duri proprio all’ora di pranzo, per abituare la squadra fisicamente e psicologicamente. Il Palermo, penultimo, è a 4 punti dalla zona salvezza. Genoa-Juventus. La Juve a Marassi contro il Genoa, vuole mantenere il distacco di 7 punti da Milan e Roma. Molto probabile l’assenza del Pipita, certe invece le presenze di Dybala e Benatia. Nel Genoa invece, Simeone, figlio del Cholo, sostituirà Pavoletti. Bologna- Atalanta. Il trio d’attacco rossoblu sarà confermato: Rizzo, Destro, Krejci; nell’Atalanta, Kurtic giocherà dietro la coppia offensiva Petagna e Gomez. Crotone-Sampdoria. I calabresi, fanalino di coda

Read more

Posted in Serie A

Nato a Luanda nell’Aprile del 1992, William Silva de Carvalho è portoghese ma di origine angolana, centrocampista dello Sporting Lisbona e della nazionale Portoghese con cui ha vinto l’Europeo pochi mesi fa. Tecnicamente è un mediano, centrocampista centrale che può anche disimpegnarsi come difensore centrale; definito il nuovo Vieira si è messo però in mostra in nazionale come schermo di centrocampo in grado anche di impostare l’azione da dietro oltre che bloccare quelle avversarie. Due anni fa perse ai rigori la finale dell’europeo Under 21 contro la Svezia, ma si è rifatto quest’anno con la nazionale maggiore. Si tratta di uno dei nomi che circolano maggiormente tra le molte big europee

close

Nato a Luanda nell’Aprile del 1992, William Silva de Carvalho è portoghese ma di origine angolana, centrocampista dello Sporting Lisbona e della nazionale Portoghese con cui ha vinto l’Europeo pochi mesi fa. Tecnicamente è un mediano, centrocampista centrale che può anche disimpegnarsi come difensore centrale; definito il nuovo Vieira si è messo però in mostra in nazionale come schermo di centrocampo in grado anche di impostare l’azione da dietro oltre che bloccare quelle avversarie. Due anni fa perse ai rigori la finale dell’europeo Under 21 contro la Svezia, ma si è rifatto quest’anno con la nazionale maggiore. Si tratta di uno dei nomi che circolano maggiormente tra le molte big europee

Read more

Posted in Calciomercato

Riuscirà il Chelsea di Antonio Conte a continuare anche contro il Tottenham la serie positiva e a vincere anche la sesta partita consecutiva? I Blues guidano la classifica della Premier con 28 punti, uno in più rispetto a City e Liverpool. Gli Spurs sono a quota 24, quinti in classifica e vengono da una rocambolesca vittoria per 3-2 ottenuta nei minuti finali della partita contro il West Ham. Allo Stamford Bridge, Conte dovrebbe schierare un 3-4-3 con Courtois tra i pali, la linea difensiva composta da Azpilicueta, Luiz e Cahill, a centrocampo Moses Kanté, Matic e Alonso e un tridente d’attacco con Pedro, Costa e Hazard. A disposizione di Pochettino ci

close

Riuscirà il Chelsea di Antonio Conte a continuare anche contro il Tottenham la serie positiva e a vincere anche la sesta partita consecutiva? I Blues guidano la classifica della Premier con 28 punti, uno in più rispetto a City e Liverpool. Gli Spurs sono a quota 24, quinti in classifica e vengono da una rocambolesca vittoria per 3-2 ottenuta nei minuti finali della partita contro il West Ham. Allo Stamford Bridge, Conte dovrebbe schierare un 3-4-3 con Courtois tra i pali, la linea difensiva composta da Azpilicueta, Luiz e Cahill, a centrocampo Moses Kanté, Matic e Alonso e un tridente d’attacco con Pedro, Costa e Hazard. A disposizione di Pochettino ci

Read more

Posted in Primo piano

Beer-Hapoel Sheva – Inter 3-2 All’Inter di Pioli non basta dominare il primo tempo e segnare due gol: gli israeliani sono implacabili, rimontano e, vincendo 3-2, eliminano i nerazzurri dall’Europa League. Un destro di Icardi servito da Eder al 12′ e il primo gol stagionale di Brozovic al 25′, servito nuovamente dal brasiliano, e si va negli spogliatoi con l’Inter avanti di due gol. Ma la ripresa i nerazzurri non ci sono più: colpo di testa di Maranhao, espulsione di Handanovic per doppio giallo, rigore segnato da Nwakaeme (71′) e la beffa, che arriva al 93′: Sahar riceve da Ghadir e mette dentro di tacco. Inter fuori dalla Coppa. Athletic Bilbao

close

Beer-Hapoel Sheva – Inter 3-2 All’Inter di Pioli non basta dominare il primo tempo e segnare due gol: gli israeliani sono implacabili, rimontano e, vincendo 3-2, eliminano i nerazzurri dall’Europa League. Un destro di Icardi servito da Eder al 12′ e il primo gol stagionale di Brozovic al 25′, servito nuovamente dal brasiliano, e si va negli spogliatoi con l’Inter avanti di due gol. Ma la ripresa i nerazzurri non ci sono più: colpo di testa di Maranhao, espulsione di Handanovic per doppio giallo, rigore segnato da Nwakaeme (71′) e la beffa, che arriva al 93′: Sahar riceve da Ghadir e mette dentro di tacco. Inter fuori dalla Coppa. Athletic Bilbao

Read more

Posted in Primo piano

Serata in chiaroscuro per Roma e Fiorentina; la Roma approfitta dello stato di grazia di Dzeko autore di una tripletta e vince 4-1 contro il Viktoria Plzen garantendosi il primo posto del girone e conseguente passaggio ai sedicesimi di Europa League. Tutto sommato quasi una formalità per i giallorossi che hanno messo in campo praticamente la squadra titolare compreso Rudiger al rientro. Diverso il discorso per la Fiorentina, andata subito sotto 2-0 in casa contro Paok Salonicco, un inizio disastroso che la squadra in qualche modo è riuscita a rimediare raggiungendo il pareggio nella ripresa, quel pareggio che avrebbe reso matematico il passaggio del turno. Poi però sono venuti fuori tutti

close

Serata in chiaroscuro per Roma e Fiorentina; la Roma approfitta dello stato di grazia di Dzeko autore di una tripletta e vince 4-1 contro il Viktoria Plzen garantendosi il primo posto del girone e conseguente passaggio ai sedicesimi di Europa League. Tutto sommato quasi una formalità per i giallorossi che hanno messo in campo praticamente la squadra titolare compreso Rudiger al rientro. Diverso il discorso per la Fiorentina, andata subito sotto 2-0 in casa contro Paok Salonicco, un inizio disastroso che la squadra in qualche modo è riuscita a rimediare raggiungendo il pareggio nella ripresa, quel pareggio che avrebbe reso matematico il passaggio del turno. Poi però sono venuti fuori tutti

Read more

Posted in Primo piano

Torna l’Europa League per le italiane, tutte alla ricerca di gol e punti Hapoel Beer Sheva – Inter L’Inter è obbligato a vincere se vuole ancora sperare di passare il turno. Il neo tecnico nerazzurro Pioli si affiderà per l’esordio in Europa League a Icardi, che sarà supportato nelle sue giocate da Eder. I due sono gli unici attaccanti ad aver disputato tutte e quattro le precedenti partite di qualificazione. Palacio alle prese con problemi fisici non sarà della trasferta in terra israeliana. Probabili formazioni HAPOEL BEER SHEVA (5-4-1): Goresh; Bitton, Miguel Vitor, Taha, Zedek, Korhut; Buzaglio, Radi, Hoban, Melikson; Lucio Maranhao. All.: Bakhar. INTER (4-3-3): Handanovic; Ansaldi, Murillo, Miranda, Nagatomo; Brozovic, Banega, Felipe Melo; Eder, Icardi, Perisic. All.: Pioli Atletico Bilbao

close

Torna l’Europa League per le italiane, tutte alla ricerca di gol e punti Hapoel Beer Sheva – Inter L’Inter è obbligato a vincere se vuole ancora sperare di passare il turno. Il neo tecnico nerazzurro Pioli si affiderà per l’esordio in Europa League a Icardi, che sarà supportato nelle sue giocate da Eder. I due sono gli unici attaccanti ad aver disputato tutte e quattro le precedenti partite di qualificazione. Palacio alle prese con problemi fisici non sarà della trasferta in terra israeliana. Probabili formazioni HAPOEL BEER SHEVA (5-4-1): Goresh; Bitton, Miguel Vitor, Taha, Zedek, Korhut; Buzaglio, Radi, Hoban, Melikson; Lucio Maranhao. All.: Bakhar. INTER (4-3-3): Handanovic; Ansaldi, Murillo, Miranda, Nagatomo; Brozovic, Banega, Felipe Melo; Eder, Icardi, Perisic. All.: Pioli Atletico Bilbao

Read more

Posted in Primo piano

Le partite delle due squadre Italiane che giocano in casa in Europa League sono sulla carta ampiamente abbordabili per entrambe, tanto più che alla Roma necessita una vittoria mentre alla Fiorentina basterebbe anche un pareggio per la qualificazione ai sedicesimi; non sarà facile per i giallorossi in un Olimpico probabilmente quasi deserto e contro una squadra che già all’andata li mise in difficoltà. Per di più l’ultima gara di campionato ha messo in evidenza una squadra fragile psicologicamente e non proprio in grande forma fisica, visto il calo della ripresa. Lecito pensare che Spalletti non rischierà giocatori non pienamente recuperati e dunque niente Totti. PROBABILI FORMAZIONI Roma (4-2-3-1) : Alisson; Rüdiger,

close

Le partite delle due squadre Italiane che giocano in casa in Europa League sono sulla carta ampiamente abbordabili per entrambe, tanto più che alla Roma necessita una vittoria mentre alla Fiorentina basterebbe anche un pareggio per la qualificazione ai sedicesimi; non sarà facile per i giallorossi in un Olimpico probabilmente quasi deserto e contro una squadra che già all’andata li mise in difficoltà. Per di più l’ultima gara di campionato ha messo in evidenza una squadra fragile psicologicamente e non proprio in grande forma fisica, visto il calo della ripresa. Lecito pensare che Spalletti non rischierà giocatori non pienamente recuperati e dunque niente Totti. PROBABILI FORMAZIONI Roma (4-2-3-1) : Alisson; Rüdiger,

Read more

Posted in Primo piano