L’esplosione di Bernardeschi nelle ultime partite ha riproposto questo giocatore all’attenzione di media e squadre che desidererebbero averlo tra i propri giocatori; brilla per la sua assenza però la regina del calcio mercato Italiano, la Juventus, che pare abbia abbandonato il talento di Carrara dopo il rifiuto di approdare in bianconero dell’altro anno, quando Bernardeschi si decise a rinnovare con i viola e di conseguenza rifiutare una sontuosa offerta bianconera. Molti ipotizzano che il disinteresse bianconero sia dovuto alla scelta di puntare su Marco Piaca per quel ruolo, ma non va sottovalutato un altro aspetto: la Juventus non vuole prendere dei giocatori a tutti i costi, per poi trovarsi automaticamente in

close

L’esplosione di Bernardeschi nelle ultime partite ha riproposto questo giocatore all’attenzione di media e squadre che desidererebbero averlo tra i propri giocatori; brilla per la sua assenza però la regina del calcio mercato Italiano, la Juventus, che pare abbia abbandonato il talento di Carrara dopo il rifiuto di approdare in bianconero dell’altro anno, quando Bernardeschi si decise a rinnovare con i viola e di conseguenza rifiutare una sontuosa offerta bianconera. Molti ipotizzano che il disinteresse bianconero sia dovuto alla scelta di puntare su Marco Piaca per quel ruolo, ma non va sottovalutato un altro aspetto: la Juventus non vuole prendere dei giocatori a tutti i costi, per poi trovarsi automaticamente in

Read more

Posted in Primo piano

La Roma, al momento seconda in classifica, è alla ricerca di rinforzi che le permettano di migliorare nella seconda metà dell’anno, quando si tenterà l’assalto alla Juventus prima in classifica. Il direttore sportivo dei giallorossi, Frederic Massara, è al lavoro per portare nella capitale Tomas Rincon, classe 1988, centrocampista venezuelano attualmente in forza al Genoa. Considerando i buoni rapporti tra le due società, probabile che il giocatore arriverà tra qualche giorno sotto la cupola. Ma Rincon non sarà il solo arrivo acquisto dei romanisti, considerando che Perotti ed El Shaarawy non gradiscono la fascia destra, dunque converrebbe comprare un giocatore “ad hoc”. Tra i nomi “papabili” ci sono Anwar El Ghazi,

close

La Roma, al momento seconda in classifica, è alla ricerca di rinforzi che le permettano di migliorare nella seconda metà dell’anno, quando si tenterà l’assalto alla Juventus prima in classifica. Il direttore sportivo dei giallorossi, Frederic Massara, è al lavoro per portare nella capitale Tomas Rincon, classe 1988, centrocampista venezuelano attualmente in forza al Genoa. Considerando i buoni rapporti tra le due società, probabile che il giocatore arriverà tra qualche giorno sotto la cupola. Ma Rincon non sarà il solo arrivo acquisto dei romanisti, considerando che Perotti ed El Shaarawy non gradiscono la fascia destra, dunque converrebbe comprare un giocatore “ad hoc”. Tra i nomi “papabili” ci sono Anwar El Ghazi,

Read more

Posted in Primo piano

La Juventus ha perso la Supercoppa Italiana e subito parte la “gogna” mediatica contro i bianconeri. La frase di Allegri, che prenderebbe i suoi a “calci in culo”, parole del tecnico, e il malcontento di Dybala, fino a qualche tempo fa uno dei leader della squadra di Torino, ora pesano come macigni. La sconfitta di Doha non è stata gradita dai tifosi e dalla dirigenza della Juventus e il rischio è che il progetto naufraghi. A proposito di Dybala, il tecnico Allegri non ha rimpianti nel non averlo messo in campo fin dal 1° minuto perché, sempre secondo il tecnico, chi gioca è importante anche se entra poco. Nel frattempo, però,

close

La Juventus ha perso la Supercoppa Italiana e subito parte la “gogna” mediatica contro i bianconeri. La frase di Allegri, che prenderebbe i suoi a “calci in culo”, parole del tecnico, e il malcontento di Dybala, fino a qualche tempo fa uno dei leader della squadra di Torino, ora pesano come macigni. La sconfitta di Doha non è stata gradita dai tifosi e dalla dirigenza della Juventus e il rischio è che il progetto naufraghi. A proposito di Dybala, il tecnico Allegri non ha rimpianti nel non averlo messo in campo fin dal 1° minuto perché, sempre secondo il tecnico, chi gioca è importante anche se entra poco. Nel frattempo, però,

Read more

Posted in Primo piano

La Supercoppa Italiana è del Milan. I rossoneri battono ai calci di rigore la Juventus campione d’Italia per 5-4, una partita emozionante che alla fine dei supplementari si è conclusa per 1-1. I bianconeri a tratti non hanno giocato male, anzi, ed è stato anche per merito di un egregio Donnarumma se i rossoneri non sono capitolati. Dall’altra parte, anche Gigi Buffon si è fatto valere. Interessante vedere, in campo, il presente ed il futuro della porta della nazionale italiana. Certo è che la Juve è apparsa scollata e il gol di Chiellini non è sufficiente. D’altronde, se uno come Higuain in 120 minuti non ha avuto una sola palla gol,

close

La Supercoppa Italiana è del Milan. I rossoneri battono ai calci di rigore la Juventus campione d’Italia per 5-4, una partita emozionante che alla fine dei supplementari si è conclusa per 1-1. I bianconeri a tratti non hanno giocato male, anzi, ed è stato anche per merito di un egregio Donnarumma se i rossoneri non sono capitolati. Dall’altra parte, anche Gigi Buffon si è fatto valere. Interessante vedere, in campo, il presente ed il futuro della porta della nazionale italiana. Certo è che la Juve è apparsa scollata e il gol di Chiellini non è sufficiente. D’altronde, se uno come Higuain in 120 minuti non ha avuto una sola palla gol,

Read more

Posted in Primo piano

La Supercoppa Italiana tra Juventus e Milan, partita nata tra le polemiche e le battute di dubbio gusto, sarà la gara che concluderà il 2016 per la squadre di Serie A; sarà sicuramente una partita combattuta con la Juventus che ha il dente avvelenato sia per le provocazioni dialettiche subite che per cancellare la sconfitta di Milano in campionato col tragicomico annullamento del gol di Pjanic. Il Milan cercherà di opporsi facendo forza sulla voglia dei suoi giovani di contrastare un avversario tecnicamente più dotato e sfruttando le ripartenze come d’altronde avvenne anche a San Siro. C’è poi da ricordare la finale di Coppa Italia della scorsa stagione che ha visto

close

La Supercoppa Italiana tra Juventus e Milan, partita nata tra le polemiche e le battute di dubbio gusto, sarà la gara che concluderà il 2016 per la squadre di Serie A; sarà sicuramente una partita combattuta con la Juventus che ha il dente avvelenato sia per le provocazioni dialettiche subite che per cancellare la sconfitta di Milano in campionato col tragicomico annullamento del gol di Pjanic. Il Milan cercherà di opporsi facendo forza sulla voglia dei suoi giovani di contrastare un avversario tecnicamente più dotato e sfruttando le ripartenze come d’altronde avvenne anche a San Siro. C’è poi da ricordare la finale di Coppa Italia della scorsa stagione che ha visto

Read more

Posted in Primo piano

L’Inter ha ragione di una Lazio che ieri sera ha fermato il suo inseguimento alla qualificazione per la Champions League del prossimo anno. I biancocelesti confermano ancora una volta di avere difficoltà a reggere tutti i 90 minuti e, infatti, sono ben 18 che i laziali subiscono nella seconda metà di gara, su un totale di 21 fino ad ora. Il primo tempo è stato a marca Lazio, con i nerazzurri che provano a rispondere agli affondi degli azzurri, con Felipe Anderson ed Immobile che provano a far male, invano. Nel secondo tempo sembra tutta un’altra Inter e dal 9′ al 11′ minuto accadono i due episodi che cambiano la partita

close

L’Inter ha ragione di una Lazio che ieri sera ha fermato il suo inseguimento alla qualificazione per la Champions League del prossimo anno. I biancocelesti confermano ancora una volta di avere difficoltà a reggere tutti i 90 minuti e, infatti, sono ben 18 che i laziali subiscono nella seconda metà di gara, su un totale di 21 fino ad ora. Il primo tempo è stato a marca Lazio, con i nerazzurri che provano a rispondere agli affondi degli azzurri, con Felipe Anderson ed Immobile che provano a far male, invano. Nel secondo tempo sembra tutta un’altra Inter e dal 9′ al 11′ minuto accadono i due episodi che cambiano la partita

Read more

Posted in Primo piano

Il match che vedrà affrontarsi Juve e Milan per la Supercoppa italiana sarà viziato sul piano della preparazione dei giorni immediatamente precedenti la sfida. Il volo charter inglese che avrebbe dovuto portare i rossoneri a Doha è stato inizialmente ritardato di un’ora e mezza per riparare un guasto meccanico. Per evitare ai rossoneri di arrivare in piena notte nel Qatar, è stato deciso di posticipare il volo al giorno successivo. Ma in questo modo, i giocatori del Milan si sono dovuti allenare di nuovo a Milanello, dove la temperatura è di 20 gradi inferiore rispetto a Doha. E quando arriveranno a destinazione, avranno a disposizione solo l’allenamento del mattino per riprendersi

close

Il match che vedrà affrontarsi Juve e Milan per la Supercoppa italiana sarà viziato sul piano della preparazione dei giorni immediatamente precedenti la sfida. Il volo charter inglese che avrebbe dovuto portare i rossoneri a Doha è stato inizialmente ritardato di un’ora e mezza per riparare un guasto meccanico. Per evitare ai rossoneri di arrivare in piena notte nel Qatar, è stato deciso di posticipare il volo al giorno successivo. Ma in questo modo, i giocatori del Milan si sono dovuti allenare di nuovo a Milanello, dove la temperatura è di 20 gradi inferiore rispetto a Doha. E quando arriveranno a destinazione, avranno a disposizione solo l’allenamento del mattino per riprendersi

Read more

Posted in Primo piano

La Roma ha portato via un punto dalla Romania pareggiando con l‘Astra Giurgiu che, grazie alla incredibile sconfitta dell’Austria Vienna che era in vantaggio di un gol e di un uomo e si è fatta rimontare dal Victoria Plzen. La partita è stata giocata in un clima particolare, coi romeni più che altro attaccati alle radioline per ascoltare cosa stava accadendo nella Repubblica Ceca, dove i boemi sono riusciti in un’impresa che ha consentito ai romeni di qualificarsi passando come seconda. Molti i brasiliani in campo nella Roma, con Totti a fare da chioccia, presenti anche Dzeko e Iturbe che si è mangiato il gol vittoria al 92° sparando alto da

close

La Roma ha portato via un punto dalla Romania pareggiando con l‘Astra Giurgiu che, grazie alla incredibile sconfitta dell’Austria Vienna che era in vantaggio di un gol e di un uomo e si è fatta rimontare dal Victoria Plzen. La partita è stata giocata in un clima particolare, coi romeni più che altro attaccati alle radioline per ascoltare cosa stava accadendo nella Repubblica Ceca, dove i boemi sono riusciti in un’impresa che ha consentito ai romeni di qualificarsi passando come seconda. Molti i brasiliani in campo nella Roma, con Totti a fare da chioccia, presenti anche Dzeko e Iturbe che si è mangiato il gol vittoria al 92° sparando alto da

Read more

Posted in Primo piano

In uno stadio disertato per protesta dai supporter della curva nord, l’Inter conclude l’esperienza in Europa League. La vittoria dei nerazzurri sullo Sparta Praga, comunque qualificato come primo, è un ben magra consolazione a fronte dell’ultimo posto del gruppo e il mancato passaggio ai sedicesimi. Eder apre le marcature al 23′: servito da Pinamonti, sbaglia una prima volta tirando sul portiere, ma alla respinta mette dentro. Al 54′ i cechi pareggiano con Marecek di testa. Il gol della vittoria nerazzura arriva ancora dal brasiliano al 90′, con un tiro dal limite dell’area. In terra azera, la Fiorentina riesce nell’impresa di terminare prima il girone. 2-1 al Qarabag e i viola sono

close

In uno stadio disertato per protesta dai supporter della curva nord, l’Inter conclude l’esperienza in Europa League. La vittoria dei nerazzurri sullo Sparta Praga, comunque qualificato come primo, è un ben magra consolazione a fronte dell’ultimo posto del gruppo e il mancato passaggio ai sedicesimi. Eder apre le marcature al 23′: servito da Pinamonti, sbaglia una prima volta tirando sul portiere, ma alla respinta mette dentro. Al 54′ i cechi pareggiano con Marecek di testa. Il gol della vittoria nerazzura arriva ancora dal brasiliano al 90′, con un tiro dal limite dell’area. In terra azera, la Fiorentina riesce nell’impresa di terminare prima il girone. 2-1 al Qarabag e i viola sono

Read more

Posted in Primo piano

Si conclude amaramente questa sera l’esperienza in Europa League dell’Inter. I nerazzurri sono matematicamente ultimi del girone e quindi eliminati dalla competizione. La squadra di Pioli ha perso quattro delle cinque partite finora giocate. Il ct farà scendere in campo i giocatori che fino ad oggi sono stati meno impegnati: tra questi Eder che potrebbe cogliere l’occasione per dimostrare il proprio valore al mister e i difensori Murillo e Ranocchia. Contro l’Inter, lo Sparta Praga, matematicamente primo nel girone e quindi qualificato ai sedicesimi ; ha perso solo la prima partita di questa fase per vincere poi tutte le altre. Le probabili formazioni Inter (4-2-3-1): Carrizo; Ansaldi, Ranocchia, Murillo, Nagatomo; Gnoukouri, Felipe

close

Si conclude amaramente questa sera l’esperienza in Europa League dell’Inter. I nerazzurri sono matematicamente ultimi del girone e quindi eliminati dalla competizione. La squadra di Pioli ha perso quattro delle cinque partite finora giocate. Il ct farà scendere in campo i giocatori che fino ad oggi sono stati meno impegnati: tra questi Eder che potrebbe cogliere l’occasione per dimostrare il proprio valore al mister e i difensori Murillo e Ranocchia. Contro l’Inter, lo Sparta Praga, matematicamente primo nel girone e quindi qualificato ai sedicesimi ; ha perso solo la prima partita di questa fase per vincere poi tutte le altre. Le probabili formazioni Inter (4-2-3-1): Carrizo; Ansaldi, Ranocchia, Murillo, Nagatomo; Gnoukouri, Felipe

Read more

Posted in Primo piano